Latest Posts

Picco del petrolio e l’incombente crisi energetica

Data la mancanza di impianti di produzione di energia alternativa seria in posto, la nostra dipendenza da carbone e petrolio potrebbe avere conseguenze politiche, sociali ed economiche molto immediate e significative.

Che cosa è la produzione di petrolio picco? Questo si riferisce al punto dove produzione di olio non può soddisfare la domanda, causando un deficit. Questo non riguardano necessariamente l’effettiva quantità di olio in campi petroliferi, ma piuttosto il tasso a cui può essere estratto e raffinato.

La realtà del picco del petrolio è anche correlata all’origine dell’olio. C’è stato un dibattito in esecuzione per un certo tempo per quanto riguarda l’origine dell’olio. Alcuni depositi suggeriscono una fonte fossile, mentre altri suggeriscono che l’olio viene generato nel profondo della terra tra il magma e la crosta. Questo è noto come la teoria del petrolio abiotico per combattere la crisi energetica.

Uso globale di energia sta aumentando in modo esponenziale ogni anno vedendo una crescente quantità di olio consumata. Il tasso a cui sta sorgendo varia tra paesi, ma delle nazioni sviluppate hanno una media di circa il 4% aumentare ogni anno. La Cina attualmente sta consumando molto di più di questo e ora è una delle Nazioni più grande del consumatore di olio.

Questo aumento continuo ha messo pressione sulla produzione di olio e riserva in modo che c’è poca o nessuna capacità per ospitare le fluttuazioni della domanda o della fornitura. Questo ha significato aumento dei prezzi alla pompa non solo per gli automobilisti, ma per tutti i combustibili che ha colpito tutto, dai prezzi dei prodotti alimentari per il costo di aria di viaggio.

Praticamente tutto ciò che consumiamo è almeno in parte dipendente dal petrolio. Prodotti di plastica sono l’esempio evidente e ora siamo completamente affidamento su di loro. Essi non solo costituiscono la base della maggior parte dei articoli per la casa come televisori, bollitori, panino impacchi e così via, ma sono anche importanti come isolanti dei circuiti elettrici.

Anche i cassonetti che usiamo per smaltire i nostri rifiuti sono ora realizzati in plastica. Senza olio queste plastiche non possono essere prodotti come l’unità di base di produzione di plastica, chiamato etene, è composto principalmente da cracking di vapore di olio raffinato.

È un fatto inevitabile che se continuiamo utilizzando più e più energia si raggiungerà un punto dove non solo i prezzi per il carburante, cibo e materie prime saranno razzo, ma poi saremo in grado di soddisfare queste esigenze su scala globale. Per evitare questa situazione è necessario un intervento immediato. Abbiamo bisogno di svezzare noi stessi fuori olio. Mentre questo richiederà senza dubbio erculeo sforzo non possiamo permetterci di rifuggire da questo compito.

I governi e le industrie hanno bisogno rendere questo loro priorità diventando più efficiente dell’energia e anche investire pesantemente in fonti di energia rinnovabili provata come solare ed eolica. Gli individui hanno bisogno anche di essere coinvolto nella riduzione dei consumi energetici e l’aggiunta di pressione ai governi per accelerare il cambiamento da olio a un approvvigionamento energetico pulito e sostenibile.